Cercare casa ad Amburgo

3
casa in Germania

Quando ancora non sapevo cosa significasse cercare casa ad Amburgo, ebbi una notevole prima impressione del macchinoso processo del cercare casa in Germania, che vorrei approfondire con la mia esperienza amburghese.

Cercare casa ad Amburgo è un’attività tanto estenuante quanto frustrante. Uno dei motivi che mi ha fatto pensare di mollare tutto e tornare in Italia, il che, potrebbe sembrare un pensiero estremo, ma non lo è affatto.

I primi step di ricerca sono:

–          Invio di un messaggio nella facebooksfera dei gruppi di italiani in Germania

–          Ricerca su google di “cercare casa ad Amburgo”, “trovare casa ad Amburgo”, “cosa fare per cercare casa ad Amburgo”, “cerco disperatamente casa ad Amburgo”.

–          L’utilizzo dei vari siti internet tedeschi di ricerca casa

Il primo punto potrebbe dare dei risultati, ma solo in alcuni specifici casi. Alla fine sono annunci che devono esser letti dalla persona interessata che dev’essere collegata al momento giusto. C’è della casualità che tanto può portar bene, quanto al nulla.

Il secondo non è altro che uno step intermedio che porterà al terzo punto: i siti internet dove cercare casa ad Amburgo, o in altre città della Germania in generale. Innanzitutto Amburgo pare essere una città difficilissima e, per la mia esperienza, posso confermarlo. Al mio 7mo mese amburghese sono già a quota 5 sistemazioni diverse.

Il problema specifico per Amburgo, è che la città non dispone di tanti alloggi quante sono le richieste, anche per il notevole afflusso di gente che viene qui.
Il problema è proprio di domanda e offerta, matematico, non ci si può far niente. Questo fa sì che per ogni annuncio disponibile, si presentino decine di persone interessate (e disperate), ed il prezzo lo può tranquillamente fare il proprietario. Nella zona dove abito attualmente vedo che intorno ci sono palazzi molto bassi, due, al massimo tre piani.
Non hanno costruito molto in passato ed ora i palazzi che vedo di nuova costruzione, almeno arrivano a 4-5 piani, perché è evidente che si sono finalmente accorti del problema, nonché della redditività delle operazioni.

Fra i siti internet dove cercare casa ad Amburgo (ed in tutte le altre città tedesche), il più famoso è WG-gesucht. Secondo me è anche molto semplice da usare, ma per chi non fosse molto esperto o con un buon livello di lingua, ho scritto questa piccola guida su come funziona WG-gesucht.

Io ci ho passato la vita su quel sito ed ho imparato qualche trucchetto per avere un minimo minimo di successo, sebbene credo sia intelligente abbandonare quasi da subito l’idea di avere la casa nel posto che si vuole, con la distanza dal lavoro che si vuole, della metratura desiderata, arredata non proprio come un sottoscala, e per il tempo ed il prezzo che si vuole. Quando ho capito che c’era sempre qualcosa tra queste caratteristiche che non andava, ho rinunciato del tutto al “per il tempo che si vuole” ed ho dovuto, a malincuore, aumentare il budget.

I segreti per avere successo sono:

–          Preparare un buon messaggio di risposta rigorosamente in tedesco

–          Preparare un buon messaggio di presentazione rigorosamente in tedesco da pubblicare nella sezione “Cerco casa” (Wohnung suche)

–          Avere la pagina di WG-gesucht perennemente aperta e fare refresh ogni 5 minuti PER TUTTO IL GIORNO in modo da essere i primi a candidarsi per quegli annunci. Essere il primo o fra i primi a candidarsi, è garanzia di ottenimento di un appuntamento (a meno che le vostre  caratteristiche non siano completamente sballate rispetto a quello che cercano).

–          Mentite. Mentite spudoratamente. Se cercano qualcuno per due mesi e mezzo ma a voi la casa serve per un anno, dite che vi va benissimo quel periodo di due mesi e mezzo! Non fate neanche cenno al colloquio che vi serve per periodi diversi o che cercate in zone diverse, a meno che la casa sul posto vi faccia talmente schifo e avete tante altre di quelle opportunità che potete lasciar andare quell’occasione con sicurezza. Potrete poi sempre scegliere in un secondo momento di rifiutare, qualora vi offrissero una casa che non vi va bene per qualcosa.

–          Non contrattate. Né sul prezzo né sulle durate (a meno che non specifichino che sono flessibili).

–          Diversificare le fonti di ricerca. Buttate l’amo a tutti i conoscenti, a tutte le persone che conoscete anche solo una sera, al lavoro mandate mail circolari chiedendo se almeno conoscono amici di amici che cercano. Andate a chiedere nei ristoranti italiani, andate agli incontri degli italiani. Tutto fa gioco per una causa così importante e difficile.

–          Armatevi di santa pazienza, ottima organizzazione e animo forte.

–          Se per lunghi periodi non riuscite a beccare mezza casa, andate di tempo determinato in tempo determinato (Zwischenmiete). Lo so che si deve stare continuamente pronti a fare le valigie e che non è la soluzione ideale, ma zwischenmiete relativamente lunghi, possono dare un po’ di ossigeno.

–          Quanto più si cercherà in zone non gettonate, tanto meno si avrà concorrenza.

–          Una sistemazione in famiglia potrebbe darvi delle chance, soprattutto se siete tipi tranquilli e appetibili per una famiglia. In genere le famiglie non fanno la corsa a sbarazzarsi delle stanze, ma preferiscono incontrare meno persone ma buone con “tempi di colloquio” ragionevoli.

–          Al colloquio siate naturali e rilassati, adattatevi un po’ alla persona e al tono della piega che prende la conversazione.

–          Se siete dotati di Schufa (documento che certifica che non siete debitori), Mietschuldenfreibestätigung (documento che il vostro ex affittante vi rilascia per dire che avete sempre pagato l’affitto puntualmente e non avete debiti concernenti affitti precedenti), contratto di lavoro che vi fa guadagnare abbastanza da permettervi la casa o in alternativa il Bürgerschaft, una specie di fidejussione di qualcuno che garantisce che pagherete (in genere la famiglia), fatelo presente nell’annuncio di risposta. Quante più cose avrete tra queste quattro, tanto meglio sarete visti.

–          Abbiate aspettative realistiche sia su come pagare che su come dimostrare che potete pagare e su cosa potete permettervi di prendere.
Ricordiamoci che siamo pur sempre immigrati e che ci potrebbe essere una normale preferenza per i tedeschi, soprattutto se noi siamo sbarcati dall’Italia senza nulla in cerca di lavoro e senza nessuna garanzia di pagamento oltre la promessa a parole o che “in qualche modo si farà”, e se gli altri interessati alla casa hanno un contratto indeterminato da 2000€ netti, con garanzie di madre e padre tedeschi, è anche naturale preferire i secondi.

Tenete conto che molti annunci sono in realtà delle truffe, facilmente riconoscibili per chi si è imbattuto ed è pratico di questi siti, ma difficilmente comprensibili per chi è alla prima esperienza. A tal proposito ho scritto una breve, veloce ed efficacissima guida su come scoprire se un annuncio su wg gesucht è una truffa.

Altri siti famosi per la ricerca della casa in Germania sono Studenten-wg, immobilienscout24, ebay kleinanzeigen, immonet, immowelt, null-provision.de city-wohnen.de. Alcuni di questi siti hanno annunci di case per cui è prevista la provvigione (chiamata Provision o Courtage) se non volete pagarla, rivolgetevi agli annunci che riportano Provisionsfrei o Courtagefrei che in genere sono di privati.

Altrimenti ci si può rivolgere alle Agenzie immobiliari. Io in verità non ho trovato tantissimi annunci di fitti, né una grossa offerta, ma in molti dicono che ad Amburgo è il modo più veloce e sicuro per trovare casa. Ovviamente dovrete tenere il portafogli più aperto perché oltre a disporre di case/stanze che costano un pochino in più, le cauzioni sono molto alte (tre mensilità, rispetto alla singola mensilità che ho sempre riscontrato nelle mie esperienze con i privati) e in più nel prezzo è calcolata la provvigione per l’agenzia (anche quando scrivono Provisionsfrei o Courtagefrei, non è che la provvigione non c’è, ma si intende chiaramente inclusa nel prezzo).

Un consiglio che mi sento di darvi sulla cauzione è che questa venga messa su un conto bancario e che potrete ritirare alla fine. Per periodi brevi è difficile che qualcuno ve la metta sul conto ma fatevi rilasciare sempre una ricevuta di pagamento. Fate un check molto approfondito della casa al primo giorno e fotografate e inoltrate i vari difetti o cose rotte che non vi sono state preventivamente comunicate. Se rompete voi qualcosa, fotografate e capite quali sono i costi reali da sostenere. I tedeschi con la cauzione ci provano nel 95% dei casi, anche quando sembrano onestissimi, anche quando sono flessibili e tranquilli, anche quando non hanno bisogno di soldi e potrebbero risparmiarsi delle figure da accattoni. Tanto voi siete degli immigrati, non conoscete la legge e vige sempre il principio che per 200-300€ l’immigrato non chiamerà mai un avvocato perché gli costerebbe di più.

Io ad Amburgo ho avuto delle esperienze estenuanti, esasperanti ed allucinanti, ma mi hanno detto che Monaco sia ancora più difficile di Amburgo e con prezzi ancora più alti, e che anche a Berlino stanno iniziando a fare i furbi coi prezzi. Non sono iscritta ancora a gruppi di Monaco, ma tra Berlino e Amburgo ho notato una disperazione notevolmente superiore ad Amburgo. Io personalmente sono stata un mese e mezzo in un soggiorno subaffittato, poi quattro mesi +1 nel palazzo di fronte in un micro-monolocale, poi 5 giorni in hotel, 3 settimane in un subaffitto di una coppia che andava ad un matrimonio in India, poi in Italia per pasqua e al ritorno la quinta casa che avrei fino a fine settembre.

Voi quali ostacoli avete incontrato durante la vostra esperienza di ricerca casa? e in che città l’avete svolta? In che città vi trovate e quanti appartamenti avete cambiato? Che esperienze avete avuto con la restituzione della cauzione?

  • Brigid Imbolc

    Ho vissuto a Berlino e confermo la tua esperienza descritta
    nell´articolo appieno; sono dovuto rientrare in Italia proprio perche´
    alla fine del mio contratto di lavoro nessuno mi affittava un nuovo
    appartamento. Avevo tutti i documenti tranne i tre mesi di buste paga!
    Adesso vorrei tentare con Amburgo ma non so da dove cominciare….

    • Ciao Brigid,
      purtroppo la trafila è sempre la stessa. E cercare sul posto, per motivi di velocità ad andare a vedere la stanza è meglio. Amburgo io l’ho trovata molto più complicata di Berlino per cercare casa.
      Se sai di poter pagare e ne sei certo, falsifica le buste paga. Ovviamente devi esser certo di poter pagare, altrimenti va a finire male.

  • Marcello Natalicchio

    Grazie per il tuo articolo… sto per trasferirmi ad Amburgo (gennaio) e sono alquanto disorientato…