Oktoberfest ad Amburgo: birre e perdite di dignità

4
oktoberfest monaco

Se volete fare una cosa deutsch, ma molto deutsch che più deutsch non si può, dovete andare ad un Oktoberfest. Io ci sono andata col mio meraviglioso gruppo di colleghi. Nel giro di una settimana ci sono stata due volte e, siccome io non sono proprio favorevole alla routine, per esserci andata due volte, significa che mi ha proprio divertita.

L’Oktoberfest più famoso è a Monaco, ma non tutti sanno che, in realtà, ogni città tedesca lo festeggia in piccolo e vengono adibiti un sacco di posti, Gaststätte e piazze, tutti pronti a ricevere i picchi di perdite di dignità più alti dell’anno.

Partiamo dal vestiario: Drindl per le donne e Lederhosen per gli uomini sono i tipici vestiti bavaresi per l’Oktoberfest. Uomini, non dimenticate l’accoppiata scarpe scure e calzini bianchi al ginocchio, perché se accoppiate bene i colori sfigurate.

Continuiamo con il bere: ho visto cose che voi umani….! Birre da un litro, inghiottite in men che non si dica, diversi boccali a testa, quindi diversi LITRI a testa. Poco dopo si iniziano a perdere i freni inibitori. Signorine 70enni in drindl in piedi sui tavoli a dirigere la musica, gruppi di stimatissimi colleghi che camminano a quattro zampe (nessuno dei miei colleghi per fortuna), cori da stadio, e strusciamenti vari tra over che ballano canzoni al limite dell’improponibile.

 

L’ospite d’onore, all’Oktoberfest amburghese dove sono stata io era questo individuo qui che dirigeva gruppo e balli.

oktoberdest amburgo presentatore

presentatore di uno degli Oktoberfest di Amburgo

 

Ecco a voi una accurata selezione musicale, che vi servirà da antipasto se avete in programma di andarci e vi farà apprezzare la meravigliosa musicalità della lingua tedesca e non:

Schatzi schenk mir ein Foto

Scheiss drauf!

Moskau

I sing a Liad für Di

Wolfgang Petry – Wahnsinn

Il tutto contornato dall’inno degli inni: Ein Proooosit

Ma voglio condividere con voi una scoperta agghiacciante. Ho scoperto che in Germania è famosissima la canzone “Ti Amo”, ve la ricordate quella di Tozzi? Bene, le note iniziali sono inconfondibili, quindi quando sono partite, ho creduto che ci fosse anche un po’ di Italia all’Oktoberfest. Ed invece no, è la stessa canzone ma in tedesco! E la cosa peggiore è che i tedeschi stessi ignorino le origini italiane della stessa, credendo che sia una loro creazione originale made in Germany.

Ed è dunque su queste note che si va a perdere la testa, che sia sul tavolo che si è prenotato, sulle panche con sconosciuti o sotto al palco in prima fila. E’ tutto un delirio di gente allegrissima, anziani che tornano ragazzini, ed anziane che una volta la facevano da padrone sulla riviera romagnola ed ora hanno messo la testa a posto.

Ed in esclusiva solo per voi, ecco una piccola testimonianza video girato da me medesima (scusate che è storto):

L’Oktoberfest è forse l’unico momento dell’anno in cui i tedeschi perdono ogni freno inibitorio, e la Germania è un posto meraviglioso.

E voi? Siete mai stati ad un Oktoberfest? Come trovate le canzoni tipiche che ho linkato?

  • Neofita

    Oktoberfest ad Hamburg… devo riprendermi, ho sempre pensato che fosse un fenomeno tutto bavarese, non pensavo che la celebrassero anche i prussiani

    • Nooo, e ti dirò di più, si celebra in tutta la Germania.
      Ovviamente LA festa e L’oktoberfest si fanno a Monaco. Ma ogni città allestisce in piccolo il suo oktoberfest.

  • Eh che culo! 🙂

  • Ah, ecco dov’era finito Nino d’Angelo… fa il presentatore ad Amburgo. 😛